Domenica 28 Luglio 

Sala D’Armi / Castello Carlo V / Monopoli

Ingresso gratuito con posti a sedere limitati / Ingresso ore 21:00

Concerti: Nik Lisco 21:30 / Ozionà 22:15 / Maria Thalita De Paula 23:00

 

Maria Thalita De Paula. Attrice cantante e compositrice molto talentuosa. È una delle artiste più attive della scena Cariòca, ha tre album all’attivo, insieme ad una serie di singoli con clip che hanno avuto un grande successo, Bossa 89, Por Enquanto, e Feito por mim. È molto stimata dall’ambiente sambista di Rio de Janeiro, perché ha lavorato con alcuni mostri sacri della musica etnica brasiliana Ze Mauricio e Leci Brandao. Moltissime le collaborazioni con artisti famosi dell’area underground Fluiminense, tra tutti Ze Caroco. La sua voce e le sonorità etno afro jazz del gruppo si intrecciano in un’atmosfera melodica di grande fascino e di grande impatto sonoro. Il repertorio è un insieme di stili della musica afro brasiliana, dal samba reggae al baião, dal frevo all’afro samba, fino ad arrivare all’afro funk, insomma un viaggio nelle sonorità di tutti gli stili giallo oro, in chiave rigorosamente acustica.

Fernando Grande Ozionà. Autore compositore nato a Monopoli. In ambito musicale opera nella doppia veste di promoter musicale e di musicista. Nel 2000, con lo pseudonimo di Ozionà, realizza il suo progetto musicando poesie inedite proprie e di altri poeti. “Meraviglioso” il suo ultimo cd, uscito a maggio 2019. “Ho voluto dedicare questo nuovo progetto a tutte quelle persone che ho conosciuto molto da vicino, alcune solo nel più intimo dei pensieri, altre per lavoro, altre per ammirazione. Trovare il giusto compromesso tra musica e parole per esprimere il mio stato d’animo, non è stato semplice ma a volte una canzone può esprimere anche meglio di mille parole quello che abbiamo nel cuore.” —Ozionà

Nik Lisco. Autore compositore nato a Bari, al suo terzo lavoro, di prossima pubblicazione, “Poi ti spiego” è un disco un po’ così, non so come dirti. Canzoni strane. Gli affetti, gli amici, i figli piccoli. Belle serate, si. Roba nostalgica in fondo: non so come dirti. – Poi ti spiego.

 

3e08cae5-5a21-4e4c-8b30-506d354ffc17